Blog aziendale: come migliorarlo

15 gennaio 2015 Blog aziendali

Blog

Avete un blog aziendale? Come fare per migliorarlo? Se non l’avete ancora aperto noi vi consigliamo di farlo. È un ottimo modo di comunicare le novità ai vostri clienti e farvi conoscere da un pubblico più ampio. 

Il modo più semplice è quello di aprirlo su Blogger che però ci offre degli strumenti abbastanza limitati. Meglio puntare su WordPress se abbiamo un po’ di dimestichezza.

Per i principianti diamo dei consigli che ad alcuni possono sembrare scontati, ma in realtà non lo sono:

  • cominciamo dal carattere del testo. Il font che utilizzate, ossia il carattere di scrittura, deve essere comprensibile. Capita di imbattersi in blog aziendali che utilizzano caratteri insoliti, poco leggibili, piccoli. Inoltre anche lo sfondo ha la sua importanza. Assicuratevi quindi che si legga in maniera chiara, il font deve essere abbastanza grande per invogliare la lettura. 

 

  • gli spazi tra un paragrafo e l’altro devono essere rispettati. Scrivere testi troppo lunghi senza pause visive può indurre il lettore a non continuare. 

 

  • mantenere le abitudini. Può essere utile far uscire il post negli stessi giorni e negli stessi orari, perchè chi è interessato a quello che scriviamo tenderà a seguirci se è sicuro di trovare contenuti nuovi in certe giornate. In alternativa possiamo comunicare un po’ prima quando abbiamo intenzione di pubblicare il prossimo articolo e possiamo rivelare qualche particolare che genera curiosità. Un esempio di frasi che potremo comunicare sulla pagina Facebook è “Domani vi parleremo delle ultime tendenze riguardo le scarpe da donna”, “Domani pubblicheremo l’intervista a …”, “Buongiorno! domani vi racconto della mia esperienza….”

 

  • cercate di personalizzare gli articoli, non limitatevi a riscrivere le news riportate da altri siti. Parlate delle vostre esperienze personali riguardo un prodotto o servizio oppure parlate di terze persone che li hanno utilizzati. Portate esempi, casi studio del vostro settore e commentateli. 

 

  • la parte grafica deve essere simile al sito (se il blog è esterno). Cercate di far notare che si tratta della stessa azienda utilizzando grafiche, caratteri e colori simili sia nel blog che nel sito e nei social.  Questo vale anche per il materiale offline (locandine, depliants,…)

 

  • assicuratevi che i commenti sotto gli articoli siano attivi, è un ottimo modo per permettere agli utenti di dire la loro ed eventualmente instaurare un dialogo, quindi rispondiamo sempre alle opinioni che vengono lasciate sul nostro blog aziendale. Molte blogger di moda e cucina per esempio in questo modo hanno iniziato a fare amicizia con future fans. Se alcuni pensano che la soluzione ideale sia quella di chiudere ai commenti, dovranno ripensarci perchè è dimostrato che chi vuole fare un commento lo lascerà in altro luogo di cui magari l’azienda è all’oscuro e non potrà quindi gestire. Portiamo un esempio: ricevo un commento che chiede spiegazioni riguardo delle caratteristiche di un prodotto che non sono come le credeva il cliente. Ho la possibilità di rispondere direttamente nel mio blog, nella sezione commenti e dare chiarimenti su quanto richiesto. Probabilmente il cliente apprezzerà l’interesse che gli stiamo dedicando. Se invece il cliente non può commentare lì, potrebbe farlo in un forum a noi del tutto sconosciuto e non ricevendo spiegazioni o rassicurazioni, di solito succede che altre persone gli rispondono. A questo punto la conversazione prende una piega che noi non possiamo controllare. Meglio quindi direzionare tutto sui profili che possiamo controllare direttamente.

Perchè il blog aziendale? Perchè sul sito ( o e-commerce) comunichiamo i nostri prodotti e servizi in modo istituzionale, dando spazio a informazioni impersonali, mentre sui profili social possiamo comunicare in modo più diretto, ma non abbiamo molto testo a disposizione. La soluzione ottimale è il blog aziendale che racchiude tutte le caratteristiche necessarie.