Quali sono le nuove abitudini su Facebook?

Le abitudini dei tuoi clienti su Facebook sono cambiate!

Scritto il: 23 settembre 2015 - Aggiornato il: 22 settembre 2017 Facebook Marketing

clienti-su-facebook

 

Sei ancora tra quelli che pensano che Facebook sia solo un modo per stare in contatto con gli amici e pubblicare status inutili? Pensi che Facebook non possa portare clienti alla tua azienda? Cambia idea! I dati lo dimostrano. Per esperienza anche le aziende medio-piccole che stanno usando Facebook per promuoversi, stanno aumentando le vendite. Una volta capito che da Facebook provengono clienti, ecco che tutti non possono più fare a meno del social network inventato da Zuckerberg. 

Le campagne a pagamento sono un metodo sorprendentemente efficace per ottenere contatti e per ottenere nel tempo un conseguente aumento delle vendite. Infatti se vengono studiati bene gli utenti a cui proporle i risultati non potranno che essere ottimi. 

Quali sono le nuove abitudini su Facebook?

Recenti studi americani hanno dimostrato che il 57% di chi fa parte della cosiddetta generazione Y, cioè coloro che sono nati dagli anni ’80 ai primi del nuovo millenio, consulta Facebook almeno una volta al giorno per essere aggiornato sulle news e ricercare informazioni. Il 30% di queste persone consulta Facebook per lo stesso motivo più volte al giorno, mentre il 14% consulta costantemente Facebook per restare aggiornato. 

Come usare questo dato?

È interessante per un’azienda o un negozio pensare a come si può inserire in questo contesto. Se gli utenti ricercano informazioni e notizie la nostra attività deve sfruttare questo a proprio favore, pubblicando notizie del settore. Alternate ai post dei vostri prodotti, delle news di settore e degli eventi che possono coinvolgere ai vostri fans. 

È interessante capire il target a cui rivolgersi. Teniamo presente che molti dei giovanissimi preferiscono Instagram a Facebook, mentre molti dei “baby boomers”, cioè coloro nati negli anni ’50 e ’60, hanno aperto i loro profili su Facebook e iniziano ad essere molto più attivi. Quindi non abbiamo più solo giovani a cui rivolgerci, ma anche utenti più maturi.

I giornalisti ad esempio hanno già capito che devono usare i social media, per promuovere le notizie locali. Sta davvero succedendo qualcosa di diverso? Sembra proprio di sì. Le persone passano sempre più tempo consultando il proprio smartphone e la tendenza che si percepisce è quella di essere sempre meno interessati ai notiziari tradizionali, in favore dei social network.

La sera molti utenti scorrono le notizie su Facebook e le commentano assieme ad altri utenti. Ognuno ci tiene a dire la sua. Se si verifica un evento inaspettato poi, tutti si precipitano a controllare sul news feed di Facebook l’accaduto. Inoltre la peculiarità di questo media è che si possono selezionare le notizie che si vogliono vedere, saltando quelle meno interessanti. 

Detto questo sta a noi capire come sfruttare questa opportunità per la nostra attività. Cerchiamo di fare delle campagne promozionali su Facebook, parlare delle ultime notizie del nostro settore, condividere eventi che riguardano i nostri prodotti, il nostro negozio, ma anche eventi di settore più generici e conosciuti. Essere il più vicino possibile a quello che la gente vuole vuol dire soddisfare il loro bisogno e diventare un punto di riferimento.

Pensateci bene, quante volte avete capito quale era l’evento del giorno perchè molti dei vostri amici hanno condiviso foto, post e notizie riguardo lo stesso evento? E se la vostra attività riuscisse a partecipare a questo flusso di condivisioni? Avrebbe sicuramente maggior visibilità!

abitudini-su-facebook
Il 66% degli adulti americani è su Facebook, e tra questi il 41% legge le news su Facebook

Finora avevi mai considerato l’opportunità di condividere le notizie di settore sulla tua pagina Facebook? Pensa a come la tua azienda ne potrà beneficiare. Se la tua azienda è presente anche su Twitter puoi sfruttare anche questo canale, nato quasi esclusivamente per le news. Tuttavia rimane un social network di nicchia e gli utenti non hanno gli stessi numeri di Facebook

SOLO UN ATTIMO. Se ti è piaciuto questo contenuto condividilo! Ti basta un click e non costa nulla! :)